Strangozzi con fave, pancetta e pecorino

Per preparare la pasta
Ingredienti per 10 persone:
  • 500g di farina 0
  • 500g di farina di semola
  • 3 uova
  • 300 ml di acqua
  • 10 cucchiai di olio evo
Come preparare gli Strangozzi
  • In una terrina porre la farina 0 e la farina di semola, quindi mescolare bene e trasferire il tutto su una spianatoia.
    Formare una fontana con il buco al centro, aggiungere l’olio e l’acqua, poca alla volta, e cominciare ad impastare.
  • Impastare fino ad ottenere un composto molto liscio e omogeneo, a cui dare la forma di una palla.
    Avvolgere l’impasto con la pellicola e lasciarlo riposare per 10-15 minuti, affinché diventi ben elastico.
  • Stendere l’impasto con il matterello a uno spessore di circa tre millimetri (circa il doppio delle tagliatelle).
    Infarinare la sfoglia con abbondante farina di semola e arrotolarla su se stessa.
    Con un coltello (trinciante) tagliare gli strangozzi in losanghe di circa due millimetri.
  • Aprire gli strangozzi con le dita e lasciarli asciugare su una spianatoia di legno con una spolverata di semola per non farli attaccare.
Per preparare la salsa
Ingredienti:
  • 500g di fave già sgranate
  • 300g di guanciale o pancetta
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 1 kg di passata di pomodori
  • 200g di cipolla
  • 2 dl di Olio evo
  • Sale
  • 200 g di pecorino stagionato grattugiato
  • a piacere un po’ di peperoncino
Procedimento:
  • Soffriggere la cipolla tritata con l’olio quindi aggiungere la pancetta (o guanciale) a cubetti e farla rosolare per 7-8 minuti.
  • Sfumare con il vino e quando sarà evaporato l’odore dell’alcol aggiungere la passata di pomodoro. Aggiustare di sale e lasciare cuocere per circa 20 minuti.
  • Nel frattempo saltare velocemente in una padella antiaderente le fave fresche con un filo di olio e sale. A fine cottura aggiungerle alla salsa.
Cottura degli strangozzi

Cuocere gli strangozzi in acqua salata per 2/3 minuti e saltarli in padella con la salsa e una spolverata di pecorino.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *